Comunicazione di servizio: il blog non è più attivo e aggiornato dal 28 marzo 2012

L'angolo dedicato ai libri del blog "Dentro al Replay"

lunedì 18 ottobre 2010

news in libreria: "L'esecutore" di Lars Kepler

Lars Kepler - "L'ESECUTORE"

In una notte d’estate, a bordo di una barca in navigazione tra le isole dell’arcipelago di Stoccolma, viene ritrovato il cadavere di una donna, un’attivista del movimento pacifista. I suoi polmoni sono pieni d’acqua salmastra, ma non ci sono tracce d’acqua né sugli abiti, né sul corpo. Come può essere annegata a bordo dell’imbarcazione? Il giorno seguente uno dei massimi responsabili della Sicurezza Nazionale svedese viene ritrovato impiccato al soffitto di una delle stanze della sua residenza. Sembrerebbe un suicidio, ma l’altezza dei soffitti e l’assenza di scale o di pezzi di mobilio in prossimità sembra indicare che l’uomo non avrebbe potuto uccidersi da solo. La morte non pareggia tutti i conti e questo è solo il preludio di un’indagine mozzafiato e piena di sorprese, un caso scottante e pericoloso per il commissario Joona Linna.

Editore: Longanesi
Collana: La Gaja scienza
Pagine: 580
Prezzo: € 19,00


Uscirà l’11 novembre 2010 "L’esecutore", nuovo romanzo di Lars Kepler, pseudonimo della coppia composta da Alexander Ahndoril e Alexandra Coelho Ahndoril, già autori de "L’ipnotista", un bestseller per 20 settimane in classifica diventato anche un fenomeno mediatico da 9 edizioni, 200.000 copie vendute, centinaia di recensioni dei lettori apparse in rete, 766 tra articoli e recensioni sulla carta stampata, 240.000 documenti nel web che fanno riferimento alla sola edizione italiana, diritti venduti in 32 Paesi.

Un anticipo della trama:

Si chiama Joona Linna ed è di origini finlandesi, ma da anni ormai Stoccolma è la sua casa. È stato in ogni vicolo, viale e piazza. Ma Joona Linna non è mai stato in quell’appartamento elegante e lussuoso da cui proviene quella musica struggente e rarefatta, un brano di violino suonato da un esecutore impareggiabile. Joona Linna non è mai stato nel salottino dell’appartamento: è l’unica stanza totalmente spoglia, priva di arredamento, senza soprammobili, insolitamente vuota. A parte il corpo. L’uomo è come sospeso a pochi centimetri dal pavimento e sembra ondeggiare nell’aria seguendo il placido suono del violino, mescolato al ronzio indolente delle mosche. Aveva ragione il collega che l’ha chiamato sulla scena del delitto: c’è qualcosa di inspiegabile. Il cadavere sembra fluttuare nel nulla. Omicidio o suicidio? Da ispettore della squadra omicidi di Stoccolma, Joona Linna sa che le apparenze sono soltanto il velo ingannatore dietro cui si nascondono i crimini. E i crimini nascono da una cosa sola: i desideri. Quello che Joona Linna non sa è che anche i desideri più ambiziosi, anche i sogni più sfrenati possono realizzarsi. Quello che Joona Linna non sa è che la paura può trasformare qualunque sogno in un orribile incubo. Quello che l’ispettore Joona Linna non sa è che dai nostri incubi peggiori non ci può sottrarre nemmeno la morte.

Per "L’esecutore" è stato realizzato anche un accattivante booktrailer, eccolo:

Nessun commento:

Posta un commento