Comunicazione di servizio: il blog non è più attivo e aggiornato dal 28 marzo 2012

L'angolo dedicato ai libri del blog "Dentro al Replay"

martedì 13 febbraio 2007

natura morta?

C'era una volta un vecchio albero, ormai quasi completamente secco e con i rami rotti dal vento pericolosamente penzolanti nel vuoto.
Passarono degli uomini, videro i rami secchi e decisero di tagliarli per evitare che cadessero e facessero del male a chi passava là sotto.
E così l'albero, vecchio e ormai completamente secco, rimase senza rami, come un obelisco solitario proteso verso il cielo.

Passò di là un pittore in cerca di un bel panorama da ritrarre.
Vide l'albero, vecchio, spoglio e secco
ma ancora così orgogliosamente svettante verso il cielo che ne rimase affascinato e decise di immortalarlo sulla sua tela.
Lo scrutò a lungo cercando il punto di vista migliore per riprenderlo, ma da qualsiasi parte lo osservasse c'era sempre qualcosa che non lo convinceva.
Decise così di appendere la cornice della sua tela all'albero, stette ad osservare a lungo il risultato poi se ne andò.

Sony DSC-F717 - 1/160 - F4.0 - ISO100
Cokin circular polarizer 58 mm.


Il giorno dopo passarono degli uomini per abbatterlo, e videro la cornice appesa al suo tronco.
E dentro la cornice videro dei rametti verdi, nuova vita da quell'albero secco, e ne rimasero stupiti.
Non lo abbatterono, e tornando lì ogni giorno osservarono nascere,
uno dopo l'altro, nuovi rami e nuove foglie che ricostituirono la chioma di quel vecchio albero, ormai non più secco ma verde e di nuovo rigoglioso, sempre orgogliosamente svettante verso il cielo.

Dopo un anno passò di là il pittore, vide l'albero, lo scrutò a fondo, si avvicinò ad esso e staccò la cornice dalla sua corteccia, la rimontò sulla tela poi cercò
il punto di vista migliore per ritrarlo.
Finalmente poteva dipingere il suo bel panorama!
Lavorò a lungo, osservò
soddisfatto la sua opera poi se ne andò, convinto di aver dipinto uno dei suoi panorami più belli: un omaggio a quel vecchio albero non più secco, non più spoglio ma ancora, come sempre, orgogliosamente svettante verso il cielo.

Nessun commento:

Posta un commento