Comunicazione di servizio: il blog non è più attivo e aggiornato dal 28 marzo 2012

L'angolo dedicato ai libri del blog "Dentro al Replay"

mercoledì 17 dicembre 2008

"La città sepolta" di James Rollins: impressioni a caldo

.

James Rollins - LA CITTA' SEPOLTA

L'esplosione che ha distrutto la Galleria Kensington del British Museum sembra non avere spiegazioni. Le ultime immagini delle telecamere di sorveglianza mostrano una sfera di luce che, entrando in contatto con un antico manufatto, innesta una reazione devastante. Nessuno riesce a capire cosa abbia scatenato quel bizzarro fenomeno naturale, eppure Safia al-Maaz, la brillante curatrice della collezione araba, scopre tra le macerie un oggetto sorprendente, rimasto nascosto per millenni, un cuore di ferro con inciso un nome leggendario: Ubar, la città perduta della regina di Saba... Anche Painter Crowe, agente segreto della Sigma, partecipa alle indagini per individuare l'origine dell'esplosione. Ma quella che sembra un'affascinante sfida scientifica diventa improvvisamente una missione mortale quando una misteriosa organizzazione tenta d'impadronirsi del cuore di ferro: perché quell'oggetto è il primo indizio che conduce a un'immensa fonte d'energia, forse proprio la causa della scomparsa di Ubar, l'Atlantide del deserto, che secondo le leggende è stata sepolta da un'imponente tempesta di sabbia... Da Londra al golfo Persico, da Washington al deserto arabo, Painter e Safia dovranno affrontare non solo gli enigmi e i misteri del passato, ma anche un nemico implacabile, in una corsa contro il tempo per scongiurare una catastrofe senza precedenti.

Editrice Nord (collana "Narrativa Nord")
Trad. di M. Zonetti
2008 - pp. 532 - € 18,60


"La città sepolta" (Sandstorm) è un romanzo di James Rollins che uscì sul mercato editoriale d'oltre oceano nell'anno 2004, ma solo dallo scorso settembre è uscito nelle librerie italiane, visti i riscontri più che positivi dei precedenti romanzi dell'autore californiano, che si è conquistato un solido numero di appassionati del thriller avventuroso, me incluso.

In attesa della traduzione del suo ultimo, "The Last Oracle", da poco distribuito sui mercati anglosassoni, l'Editrice Nord accontenta i fans di Rollins pubblicando questo racconto, dove torna in azione la Sigma Force, una struttura occulta della Difesa americana, ideata dall'autore e puntuale protagonista di svariati suoi romanzi.
Pur essendo un "vecchio" romanzo, non è cambiata la sostanza: una volta iniziato a leggere un suo racconto si è proiettati sulle montagne russe, non c'è un attimo di tregua, i colpi di scena si susseguono a ritmo incalzante, gli argomenti sono sempre intriganti, il mix tra scienza, tecnologia, archeologia, storia e ambientazioni esotiche è assicurato... insomma, un libro di Rollins non delude mai!
Pur non essendo il suo migliore racconto in assoluto, vale davvero la pena di leggerlo.


Leggi qua le mie altre "impressioni a caldo" sui romanzi di James Rollins.


.

Nessun commento:

Posta un commento